06 giugno 2006

Conflitto d’interessi

Dal blog di Antonio Di Pietro

Molti commenti e molte lettere mi hanno ricordato che nel periodo pre elettorale ho affermato che l’eliminazione del conflitto di interessi doveva essere una delle priorità del governo di centro sinistra.
Non me ne sono dimenticato

I cittadini possono avere l’impressione che il problema non sia prioritario per il governo e forse neppure un problema in sé perché nelle tante (troppe) dichiarazioni di ministri e sottosegretari l’argomento non è stato affrontato.
Si vuole invece l’amnistia, ma i cittadini ci hanno votato perché il primo atto del governo sia l’amnistia?Non prendiamoci in giro.
Se il centro sinistra avesse dichiarato PRIMA del 9 aprile di volere l’amnistia avrebbe perso sonoramente le elezioni.
Ma noi, noi politici, a chi rispondiamo se non ai nostri elettori? Basta con gli inciuci e i tatticismi.
Il Paese ha bisogno di rinnovamento, di coraggio, di un taglio netto con il passato.
L’Italia dei Valori presenterà nelle prossime settimane una proposta di legge per risolvere il problema del conflitto di interessi. Lo farà perché nessuno possa più governare, influenzare, ingannare gli italiani utilizzando i media con finalità di propaganda politica.
Vi terrò aggiornati su questo sito sull’iter della proposta di legge, su chi la sosterrà, su chi la ostacolerà.

Appoggio in pieno gli intenti di Di Pietro sul conflitto d'interessi e spero che anche fra i suoi colleghi (e nostri dipendenti, per dirla alla Grillo) egli riesca a trovare una condivisione di intenti su questa anomalia tutta italiana.
Il mondo ci guarda e ride di noi.

Già dieci anni fa il governo aveva la possibilità di fare questa legge e poi sappiamo come è andata...

Teniamoli d’occhio e non permettiamo che accada di nuovo.