23 maggio 2006

Vattinne guagliò

Pochi ne parlano, di certo non i TG asserviti al potere, e quindi pochi ne sono a conoscenza.

In Parlamento, a rappresentare noi tutti, ci sono un sacco di pregiudicati, persone con sentenze definitive confermate per i reati più vari (corruzione, associazione mafiosa, falso in bilancio, ecc.).

Per un elenco completo di questi scomodi personaggi vi consiglio di dare un’occhiata al blog di Beppe Grillo, sul quale questa lista è costantemente aggiornata.

In questo post narro di uno di loro in particolare, il senatore di FI Marcello Dell’Utri.

Ebbene quest’uomo, da sempre vicino al signor B, è stato condannato ben due volte:

1) condanna definitiva a 2 anni e 3 mesi per false fatturazioni e frode fiscale (false fatture di Publitalia, di cui era Presidente ed Amministratore). Dopo questa sentenza è diventato tranquillamente Senatore della Repubblica ed Europarlamentare.

2) condanna in primo grado a 9 anni per concorso esterno in associazione mafiosa (dicembre 2004). In pratica è stato giudicato responsabile di intermediazione fra il signor B e Cosa Nostra. Qui potete trovare il testo integrale della sentenza del tribunale di Palermo (sono 1775 pagine, ma potete limitarvi alle ultime 20), mentre dal sito di Viral Video potete scaricare una puntuale descrizione dei fatti di Gianni Barbacetto, altro giornalista scomodo al potere. Anche a seguito di questa condanna, ben più grave, nessuno dei nostri dipendenti, come li definisce Beppe Grillo, si è sognato di impedirgli di entrare a far parte, nell’aprile scorso, del Senato della Repubblica.

Ma dico io: è mai possibile!!?? Siamo veramente una repubblica delle banane.

Andiamo alla ricerca delle notizie, quelle vere, e diffondiamole.

Solo così possiamo sperare di cambiare le cose!!!